Etiopi

Etiopi

Gli etiopi (o abissini) rappresentano il primo paese cristiano in Africa. Legata alle origini alessandrine, questa Chiesa presenta la particolarità di aver conservato usi antico-testamentari, come la circoncisione e le norme levitiche alimentari e di purità rituale.

La loro comunità, improntata alla vita monastica, è presente a Gerusalemme fin dal IV secolo, contemporaneamente all’arrivo di San Girolamo.

Nel 1283 ebbero il loro primo vescovo, dimostrando di godere di importanti diritti anche nella basilica del Santo Sepolcro per tutto il medioevo, che però persero durante il periodo ottomano.

Attualmente una piccola comunità di monaci vive poveramente nelle celle sul tetto della cappella di sant’Elena, complesso monastico che loro chiamano Deir es Sultan, del sultano.

Durante la Pasqua giungono a Gerusalemme numerosi uomini e donne etiopi, ammantate in leggere stole bianche, che con danze e canti nella antica lingua ghe’ez celebrano la sera del sabato il rituale della “ricerca del corpo di Cristo”.

Le altre Comunità

Etiopi