Latini

Latini

Francescani

Sono i Frati Minori ad avere il mandato di custodire in Terra Santa i luoghi consacrati dalla presenza di Gesù. È una particolare missione che è stata loro affidata dalla Santa Sede fin dal 1342, come lascito della visita profetica di San Francesco al sultano d’Egitto nel 1219.

I Francescani al Santo Sepolcro celebrano ogni giorno secondo la liturgia cattolica romana e prestano assistenza ai pellegrini che affollano il santuario. La loro vita al Santo Sepolcro è scandita dalle funzioni liturgiche delle varie ore del giorno e della notte. Lo Statu Quo stabilisce come, quando e dove le varie comunità debbano avvicendarsi per la preghiera, regolandone, non solo il calendario liturgico, ma anche la maggior parte di ciò che avviene ogni giorno, mese e anno.

I Francescani incominciano la celebrazione della messa dopo gli Armeni, alle 4.30 del mattino, e terminano il loro servizio all’Edicola del Sepolcro con la solenne Eucaristia comunitaria delle ore 7.15. Per le altre preghiere si servono della cappella del Santissimo Sacramento.

Tra le celebrazioni liturgiche, la comunità francescana anima ogni giorno, dalle quattro alle cinque del pomeriggio una processione che percorre il Santuario incensandone gli altari e le cappelle. La suggestiva liturgia, a cui si uniscono gruppi di pellegrini, rievoca con inni, antifone e preghiere i momenti della passione, morte, sepoltura e risurrezione del Signore.

Le altre Comunità

Latini